Un giorno credi che…

Come tutte le cose che nascono da lontano, un giorno credi che… siano mature, più le vivi più ti accorgi che sono sempre da rivedere e manca loro un qualcosa per essere giuste, non sei mai pronto o perennemente in ritardo.
Dovresti avere un tempo per pensare, uno per fare, uno per guardare ed un altro per ricominciare.

Stampi le foto, prepari i pieghevoli, cerchi i contatti delle gallerie per generare la tua mailing list, ma nel frattemo il grano è maturo e voi non ve ne siete neppure accorti. Vi direte: “Ma che c’entra il grano?” C’entra, c’entra!
Perchè il prossimo tema di questo percorso è proprio il grano. Grano, pasta e pane.

Più pensi, più scopri che le cose che hai fatto sono diventate vecchie per la tua testa che corre frenetica, gli occhi osservano e la mente fa salti nel passato. All’improvviso ti trovi proiettato in avanti modello missile e capisci di aver lasciato dei luoghi nel tuo essere mai vissuti.

Ma resta sempre il fatto che un giorno credi che…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.